Calendario manifestazioni   2019



COLLEZIONI MOLTO PRIVATE
LUCA SCARLINI - Stagione di Prosa Città di Bassano
22 Novembre, ore 21.00

INFO E PREVENDITE: 0424.524214 0424.519819 0424.519804


Conferenza-Spettacolo di Luca Scarlini

pianoforte Gerardo Felisatti

Evento esclusivo realizzato in occasione della mostra NOVECENTO ITALIANO. PASSIONE E COLLEZIONISMO


La Mostra al museo di Bassano, Novecento italiano. Passione e collezionismo, racconta storie d’arte e di artisti, a partire da chi ha raccolto le opere nei propri spazi domestici, per il proprio piacere o per investimento sociale. Il collezionista, figura mitica e in qualche modo sempre misteriosa, è colui che compie imprese anche estreme per possedere ciò che ama. Segue le tracce di una creazione a lui cara nelle fiere, passando dalla Kunstmesse (Basilea), al Fiac (Parigi) al Freeze (Londra), anche in questi tempi di crisi economica. Si slancia alle aste in battaglia senza esclusione di colpi all’ultimo rialzo, insegue tramite mercanti il proprio oggetto del desiderio, stabilisce relazioni privilegiate con gli artisti. La relazione tra chi colleziona e chi è collezionato è insomma specialmente una delle chiavi di interpretazione del Novecento, quando il gesto di rottura e di provocazione è divenuto elemento costitutivo del fare estetico, da ogni possibile punto di vista e lo scandalo ha spesso contrappuntato la ricezione di opere complesse. Storie celebri e altre oscure, narrano di pittori e scultori che hanno trovato la via alla loro espressione nella relazione privilegiata con degli acquirenti illuminati, che hanno saputo sostenere un tragitto, offrire un sostegno e un riconoscimento. La mostra bassanese si incentra specialmente su due figure notissime: Riccardo Gualino, mecenate torinese e organizzatore culturale straordinario e Carlo Cardazzo, gallerista, collaboratore di Peggy Guggenheim, che si ritrova nelle traiettorie di molti dei protagonisti del Novecento, presentando anche alcuni esiti del ricco Archivio Bonotto bassanese, scrigno che contiene tra l’altro molte delle creazioni di Fluxus. Luca Scarlini racconta di queste e altre vicende che scorrono all’interno della mostra, accompagnato dal pianoforte di Gerardo Felisatti, che commenta con un parallelo musicale alcune delle vicende che hanno segnato in modo indelebile l’arte italiana del secolo da poco concluso.





torna al calendario