Calendario manifestazioni   2019



Concerto LETIZIA MICHIELON - Pianoforte
Amici della Musica di Bassano del Grappa "Giorgio Vianello"
21 Marzo, ore 21.00

INFO: 0424.833940 admzisa@virgilio.it


Claude Debussy   12 Preludi, Libro ll

Boulez                    Douze Notations

Fryderyk Chopin   24 Preludi op. 28

 



LETIZIA MICHIELON, veneziana, ha curato la propria formazione artistica con il M° E. Bagnoli, sotto la cui guida si è diplomata con lode nel 1986, appena sedicenne, presso il Conservatorio “B.Marcello”. Si è successivamente perfezionata con M. Tipo, K. Bogino, A. Jasinski , P. Masi e M. Mika . Nel 1984 ha esordito con un recital lisztiano alla “Wiener Saal” del Mozarteum di Salisburgo, intraprendendo giovanissima la carriera concertistica. Vincitrice di numerosi concorsi nazionali (tra cui Premio Venezia e Premio “A. Speranza” di Taranto) e internazionali (tra cui “C.Zecchi” di Roma, di cui si è aggiudicata all’unanimità anche il premio della stampa, preselezioni Bachauer 1994 e 1998 e Diapason d’oro di Sanremo). Ha tenuto recital in Europa, Canada e Stati Uniti suonando in sale prestigiose, tra cui Mozarteum di Salisburgo, Centro Schönberg di Vienna, Liszt Saal dell’Università della Musica di Vienna ed in molte altre sale e teatri prestigiosi del mondo. Ha preso parte a numerosi Festival Internazionali di Musica Contemporanea; ha suonato con il “Quartetto di Venezia” e l’Ex Novo Ensemble e si è esibita con importanti orchestre tra cui l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto e l’ Orchestra Philarmonia Italiana. Sue registrazioni e interviste sono state trasmesse dalla RAI e altre importanti RadioTV estere. Ha inciso per Aliamusica (2004, 2007), Ars Publica (2008) e Rosenfinger (2012) e Limen (2013). Docente di Pianoforte principale e di Filosofia della Musica presso il Conservatorio “G.Tartini” di Trieste, parallelamente all’attività pianistica ha coltivato la formazione compositiva con Daniele Zanettovich e Riccardo Vaglini, sotto la cui guida si è diplomata a pieni voti nel 2008 presso il Conservatorio “B. Marcello” di Venezia. Alcuni dei suoi lavori, editi da Ars Publica, sono stati eseguiti dal Quartetto Ex Novo e dall’Ensemble L’Arsenale nell’ambito di prestigiosi festival di musica contemporanea; in dicembre del 2011 ha debuttato compositivamente a New York con la prima assoluta di Spira Mirabilis, brano cameristico commissionatole dal prestigioso Washington Square Ensemble. Nel 2012 è stata invitata nell’ambito del Festival Trieste Prima a tenere un recital dedicato all’integrale pianistica Sofija Gubaijdulina, comprendente un’opera prima dedicata alla compositrice russa. Ha seguito corsi di direzione d’orchestra con P. Bellugi, R. Rivolta e M. Summers; ha inoltre approfondito gli studi compositivi nella classe di Musica Elettronica del Conservatorio “B. Marcello” di Venezia. Laureata con lode in Filosofia a Ca’ Foscari, ha conseguito il Dottorato di Ricerca presso l’Università di Padova. Docente tra il 2001 e il 2009 all’ Accademia di Belle Arti di Venezia, ha pubblicato per la casa editrice Il Poligrafo “Il gioco delle facoltà in F. Schiller” (2002) e “L’archetipo e le sue metamorfosi. La Bildung nei romanzi di Goethe” (2005). Di recente è uscito per Mimesis, “La chiave invisibile. Spazio e tempo nella filosofia della musica del XX e XXI secolo” (2012), raccolta di contributi di due convegni di Filosofia della Musica realizzati sotto sua cura presso l’Ateneo Veneto di cui è socia e parte del Consiglio Accademico. Ha fondato e dirige il Plurimo Ensemble, gruppo in residence dell’Ateneo Veneto, impegnato nell’ideazione ed esecuzione di progetti che coinvolgono studenti degli istituti di formazione superiore artistica nazionali e internazionali. Collabora come critico musicale per Il Giornale della Musica, Il Gazzettino, Finnegans e la rivista Venezia Musica.





torna al calendario